Pd: “Si affronti il futuro di Stellantis e dell’indotto”

[epvc_views]

«A seguito della nomina, arrivata con circa 40 giorni di ritardo, della Giunta regionale abbiamo scelto di depositare la prima interrogazione al Presidente Bardi e all’assessore Cupparo sulla situazione Stellantis e indotto. Migliaia di lavoratrici e lavoratori, imprenditori, la comunità regionale, in particolare quella del Vulture Melfese-Alto Bradano, attendono che la politica, il Governo regionale, finalmente, si occupi di questo rilevante tema per il futuro della Basilicata». È quanto hanno dichiarato i consiglieri del Pd Piero Lacorazza, Roberto Cifarelli e Piero Marrese.

«A seguito della visita, il 4 giugno 2024, dell’Ad di Stellantis Carlos Tavares fanno presente i consiglieri – più nulla si è saputo, e si mosso, anche per la paralisi politico-amministrativa generata dalla maggioranza di centrodestra in avvio di questa dodicesima legislatura. L’interrogazione che, speriamo possa essere discussa quanto prima, ha lo scopo di recuperare il tempo perduto (in verità anche negli ultimi anni si sono consumate distrazioni e superficialità) e di capire come e cosa il Presidente Bardi e il Governo regionale intendono fare».

«Non ci sfugge la complessità della vicenda ma crediamo – sottolineano i consiglieri – che non sia un segreto di Stato il colloquio che Il Presidente della Regione Basilicata ha avuto con l’Ad di Stellantis Carlos, anche per il riferimento fatto nelle rispettive dichiarazioni in particolare sui costi energetici. Questo aspetto rende evidente che vi è stata una interlocuzione di merito e che sarebbe opportuno, a distanza di oltre un mese dall’incontro, renderla esplicita e oggetto di una informativa a partire dalla ripresa di un confronto con le parti sociali».

News dal Network

Promo