In Basilicata nel 2024 nove comuni ‘rifiuti free’, erano 19

[epvc_views]

In Basilicata si sono ridotti a 9 su 131 i comuni che si distinguono per la gestione efficiente dei rifiuti urbani, rientrando nella categoria dei “comuni rifiuti free”. Questi comuni, tutti situati in provincia di Potenza, hanno raggiunto l’obiettivo di contenere la produzione pro capite di rifiuto indifferenziato avviato a smaltimento al di sotto dei 75 chili per abitante all’anno.

L’elenco dei “comuni rifiuti free” lucani, stilato da Legambiente nell’ambito del premio “Comuni Ricicloni 2024”, vede al top Sarconi, seguito da Ripacandida, Tramutola, Albano di Lucania, Filiano, Montemurro, Latronico, Vietri di Potenza e Banzi, classificati in base alla minore produzione pro capite di rifiuto secco residuo.

È importante sottolineare l’assenza di comuni virtuosi in provincia di Matera. Rispetto al 2023, quando la Basilicata contava 19 comuni in questa speciale classifica, si registra un calo significativo, con la scomparsa di tutti e 5 i comuni materani precedentemente premiati.

Nonostante questo calo, il comune di Sarconi, con la sua gestione efficiente dei rifiuti solidi urbani, rappresenta un esempio virtuoso a livello nazionale, classificandosi tra i “Comuni Ricicloni 2024” nella categoria dedicata ai comuni con meno di cinquemila abitanti.

In generale, la Basilicata presenta una quota di comuni “rifiuti free” pari al 6,9%, inferiore alla media nazionale dell’8,8%. I 19.624 abitanti coinvolti in questa virtuosa gestione dei rifiuti rappresentano il 3,7% della popolazione regionale, un dato ancora distante dalla media nazionale del 6,9%.

L’analisi di Legambiente evidenzia la necessità di un impegno maggiore da parte di tutti i comuni lucani per migliorare la gestione dei rifiuti urbani, promuovendo pratiche di riciclo e riduzione dei rifiuti prodotti, al fine di raggiungere gli standard virtuosi già raggiunti da alcuni comuni e avvicinarsi alle medie nazionali.

News dal Network

Promo