Regione Basilicata: l’opposizione pronta ad occupare l’aula

[epvc_views]

La richiesta di intervento del prefetto di Potenza e l’occupazione dell’aula consiliare in Regione: sono queste le due iniziative annunciate dai consiglieri di opposizione di centrosinistra al consiglio regionale di Basilicata, Viviana Verri e Alessia Araneo (M5s), Piero Marrese, Roberto Cifarelli e Piero Lacorazza (Pd), Antonio Bochicchio (Avs-Psi-Bp), dopo la decisione dei consiglieri di maggioranza di rinviare la seduta consiliare – prevista per oggi – al prossimo 5 luglio.

    “E’ uno strappo democratico che non possiamo tollerare – ha spiegato Araneo – a maggior ragione leggendo le motivazioni pretestuose addotte al provvedimento”.

Nella pec inviata, a firma di undici consiglieri di maggioranza, è chiesto “l’aggiornamento della seduta per consentire alle forze politiche di completare la fase di confronto iniziata nei giorni scorsi, considerato il turno di elezioni amministrative e la mole di incontri nazionali per l’insediamento del Parlamento Europeo”, motivazioni – ha aggiunto – “che non hanno alcun rilievo, rispetto alle esigenze regionali”.

“Vogliamo che i cittadini lucani vengano rispettati – ha aggiunto il consigliere del Pd, Piero Marresee il rinvio non tiene presenti nemmeno le norme. Siamo pronti ad avviare azioni forti a difesa del diritto alla democrazia che hanno i lucani”. “Non possiamo più attendere che il governatore Bardi cerchi una quadra alla sua maggioranza e alla sua giunta – ha concluso Verri e questo è un gesto irrispettoso per i lucani che ancora stanno attendendo un governo che risolva i problemi che ci sono”. (ansa)

News dal Network

Promo