Cifarelli: “Una legge regionale per le biblioteche lucane”

30 Visite

«La Biblioteca Comunale per l’Infanzia del capoluogo di regione è un presidio culturale che va tutelato». E’ quanto dichiara il consigliere regionale del Pd, Roberto Cifarelli.

«La sua possibile chiusura a seguito del pensionamento dello storico ed encomiabile dott. Mancuso – afferma Cifarelli – rappresenterebbe una sconfitta. Dopo le battaglie e le ferite ancora vive che riguardano la biblioteca Provinciale Tommaso Stigliani di Matera, la Basilicata non può assolutamente permettersi di fare a meno di un luogo di cultura in seno al capoluogo di regione».

«Al sonnolento presidente Bardi – continua Cifarelli – alle prese solo con beghe politiche o a svendere ogni nostro asset economico, occorre far comprendere che la nostra regione ha modo di sopravvivere solo attraverso il bene comune che consiste anche nei presidi culturali. Ed è per questo che come Partito democratico presenteremo, subito dopo l’insediamento del nuovo Consiglio regionale, una proposta di legge che tuteli e promuova la lettura e le biblioteche».

«Quando l’intera Basilicata – sottolinea il Consigliere regionale – si è unita al sostegno di Matera Capitale Europea della Cultura ha saputo dimostrare al mondo quanto la cultura sia un volano di sviluppo: valori che il presidente Bardi e la classe dirigente di centrodestra della nostra regione hanno svilito e mortificato. Sulle biblioteche di Basilicata occorrerà sviluppare un approfondito ragionamento – conclude Roberto Cifarelli – che necessariamente dovrà culminare con una legge regionale che dovrà sostenere questi importanti beni comuni e tener conto delle giuste competenze e della complessità delle figure professionali necessarie alla loro gestione».

News dal Network

Promo