Matera: associazioni lanciano festival dell’invidia sociale, tra gioco e incontri con esperti

60 Visite

Tra gioco e approfondimento sociologico, a Matera il 22 giugno prossimo si terrà il Festival dell’invidia sociale, intitolato ”Da zero a zero”. Iniziativa inedita che propone incontri con esperti e anche un approccio leggero a temi come la sfortuna, la negatività, l’odio; nella consapevolezza che ”l’invidia sociale è una delle cause che tiene fermo lo sviluppo del Sud, riconoscerlo può essere una leva di futuro”.

Non a caso le organizzazioni culturali e di promozione sociale Casa Netural, Matera Letteratura, Risvolta, Amabili Confini, Tam – Tower Art Museum, Studio Antani, Generazione lucana, La Luna al Guinzaglio e Prime Minister Basilicata hanno scelto di comunicare la data del festival proprio oggi, venerdì 17, simbolo di sfortuna, energia negativa e superstizione. Sul loro sito (https://dazeroazero.it) hanno lanciato un questionario per chiedere, ad esempio, se le persone credono alla fortuna o alla sfortuna e come affrontano la vita.

”Da Zero a Zero – spiegano gli organizzatori – sarà vissuto con ironia e sarà una festa di comunità in cui presenteremo anche i dati raccolti nel corso del periodo di indagine. Sarà un rito collettivo per esorcizzare insieme uno degli ultimi tabù del Mezzogiorno d’Italia, e non solo, che frena lo sviluppo di idee, progetti, persone”. Tra i temi in programma l’odio online, il campanilismo, l’approccio olistico all’interpretazione dell’invidia con il contributo di artisti, antropologi, intellettuali, con performance e incursioni artistiche per sfidare paure e norme sociali. L’approfondimento va di pari passo con il gioco nel proporre riti collettivi, magia, scherzi e modi di dire fino all’affascino.

News dal Network

Promo