Msna, protocollo tra Garante e Cooperative Vallo di Diano

42 Visite

 Il documento è stato firmato da Vincenzo Giuliano, garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza della Regione Basilicata, da Fiore Marotta e Antonio Calandriello, rispettivamente presidenti delle Cooperative sociali “Il Sentiero” e “Tertium Millennium”.

Le due Cooperative sociali, con sede a Teggiano (SA), gestiscono il progetto SAI MSNA di Padula che vede la presenza di giovani migranti non solo nella città della famosa Certosa di San Lorenzo, ma anche ad Atena Lucana, Polla, Sanza, Buonabitacolo, Montesano sulla Marcellana ed a Santa Marina nel Golfo di Policastro.

“Questo accordo – dice il garante, Vincenzo Giuliano è finalizzato al miglioramento della capacità del territorio di accogliere minori stranieri non accompagnati e dei diritti e interessi, sia individuali che collettivi”.

L’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati sul territorio del Vallo di Diano risalente già ai tempi dell’emergenza Nord Africa nel 2011, ha visto man mano il coinvolgimento degli enti locali a partire dal 2017, con il primo progetto SAI (allora Sprar). Un progetto che conta una capacità di accoglienza di 114 posti e che vede la presenza di giovani migranti provenienti sia dal continente africano che asiatico.

“Il nostro obiettivo – dice il presidente della Cooperativa sociale ‘Il Sentiero’, Fiore Marotta è garantire per ogni singolo ragazzo percorsi di accoglienza e di inclusione. Ciò è possibile solo con il rafforzamento delle reti territoriali: le istituzioni, il mondo della scuola, delle associazioni e delle imprese. Ringraziamo – conclude – il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Basilicata per il ruolo svolto e per il dialogo ed il confronto costanti e costruttivi rispetto alla tematica, nonché per le azioni messe in campo come il corso per tutore volontario minori stranieri non accompagnati”.

News dal Network

Promo