Basilicata: Chiorazzo (Bcc), “sanità lucana commissariata da governo amico”

45 Visite

«Se un governo politicamente amico, quale è quello del centrodestra che ha appena riconfermato Bardi, è costretto a commissariare la sanità lucana, pur nominando lo stesso presidente di Regione commissario per l’approvazione dei bilanci da ripianare delle aziende sanitarie, vuol dire che i problemi della nostra sanità sono grandi almeno come le bugie che ci ha detto il nostro governatore in campagna elettorale».

Così il consigliere regionale neo-eletto Angelo Chiorazzo, fondatore del movimento politico Basilicata casa comune.

«Alla guida di una giunta in prorogatio, si stanno svolgendo infatti una serie di manovre finanziariamente spericolate – ha dichiarato Chiorazzo – per mettere la polvere del debito sanitario sotto il tappeto di una gestione corrente. Bardi presidente-commissario, dopo aver impegnato i soldi del fondo sociale e quelli delle compagnie petrolifere per ripianare i disavanzi, esattamente come avevamo previsto si trova a contrastare i dubbi dei tecnici nazionali sul fatto che i fondi delle compensazioni, che maturerebbero in futuro, possano essere considerati ‘liquidi ed esigibili’ come prevedono le norme e sta compulsando le compagnie petrolifere perché si prestino ad effettuare bonifici in anticipo, esponendosi alla richiesta di chissà quali contropartite’»

Sul punto Chiorazzo insiste. «Vedremo cosa riusciranno a fare Bardi e il suo cerchio magico – ha detto ancora Chiorazzo –. Noi stiamo a guardare con una preoccupazione che è doppia. Anche perché intanto il principale autore di questo disastro, bocciato alle urne, è stato proposto come sindaco di Potenza, una città che ha già conosciuto due dissesti e che, dopo la fallimentare gestione Guarente, finanziariamente non se la passa granché bene; non vorremmo che lo avessero fatto per individuare un esperto in termini di debiti e conti fuori controllo».

News dal Network

Promo