Polis Avvocati: assoluzione e non luogo a procedere per l’ex primario del San Carlo di Potenza

39 Visite

Si è conclusa la vicenda giudiziaria: stando a quanto si apprende, infatti, la Corte di Appello di Potenza ha messo la parola ‘fine’ al procedimento penale, incardinatosi  nel 2013, prendendo atto dell’avvenuto decorso dei termini di prescrizione del reato di falso per cui a settembre 2019 il primario era stato condannato a due anni di reclusione, dopo essere stato già assolto per ‘insussistenza del fatto’ dal giudice di primo grado, relativamente all’imputazione di omicidio colposo di cui rispondeva in concorso con altri due colleghi.

I tre sanitari erano accusati di aver effettuato una manovra chirurgica “killer” per nascondere gli errori commessi durante la fase iniziale dell’intervento. La vicenda ebbe una forte eco mediatica poiché gli indagati furono sottoposti agli arresti domiciliari; uno dei rarissimi casi, nell’ambito della giurisprudenza e casistica nazionale, che ha visto dei medici sottoposti a misura restrittiva della libertà personale a causa di un’imputazione attinente la colpa medica.

News dal Network

Promo