Regione Puglia, verso ripristino ferrovia Casal Sabini – Jesce Matera

41 Visite

La Giunta regionale ha approvato lo schema di intesa per “realizzare Hub intermodale e ripristino del collegamento con la stazione di Casal Sabini dell’area industriale di Jesce(Matera)”. Accordo da sottoscrivere tra Regione Puglia, Regione Basilicata, Rete Ferroviaria Italiana spa(RFI) e Consorzio per lo sviluppo industriale di Matera e provincia.

La zona industriale di Jesce è ubicata nei pressi delle  province di Bari e Matera, al limite dei territori dei Comuni di Matera, Altamura e Santeramo in Colle.

Tra gli obiettivi dell’Accordo ci sono la definizione “delle specifiche funzionali per la creazione di un nuovo Hub Intermodale previa  analisi trasportistica dell’area di Jesce”, riattivazione della dorsale di proprietà dell’ASI Matera di collegamento tra area industriale Jesce e stazione ferroviaria di Casal Sabini, adeguamento impianto sito in Casal Sabini per arrivo e partenza dei treni-merci diretti provenienti dal/al raccordo e dalla/alla infrastruttura ferroviaria nazionale.

Il programma complessivo si articola in due fasi : documento di fattibilità delle alternative progettuali comprensivo dello stadio trasportistico,  progettazione di fattibilità tecnico-economica e messa in opera del neo Hub Intermodale.

Per rendere concreta l’intesa, le Parti definiranno un Masterplan, ciascuna per quanto di competenza, partecipando al Gruppo di lavoro che verrà costituito dopo la firma della medesima intesa.

RFI spa s’impegna  a svolgere il ruolo di soggetto attuatore degli interventi previo contratto da stipularsi fra il beneficiario del finanziamento e RFI, garantire il supporto necessario per le attività del Tavolo tecnico e facilitare l’acquisizione di ogni informazione utile all’incremento delle varie mansioni.

Regione Puglia e Regione Basilicata s’impegnano a trovare le risorse  che si renderanno disponibili per la costruzione della Fase 1 individuando quale Soggetto beneficiario il Consorzio ASI di Matera. L’importo preventivamente stimato per la Fase 1 ammonta a 10.500.000,00 euro ripartito così : 8.000.000,00 euro a carico della Regione Puglia e 2.500.000,00 euro a carico della Regione Basilicata. Le due Regioni dovranno cercare i mezzi necessari per la Fase 2(soggetto beneficiario Consorzio ASI di Matera), garantire il ruolo di regia pubblica mettendo in atto pratiche utili a contenere al massimo i tempi approvativi e autorizzativi per ottimizzare le modalità di attuazione dei progetti.

Il Consorzio ASI di Matera s’impegna ad assegnare, in qualità di Soggetto beneficiario,  a RFI spa la funzione di Soggetto attuatore mediante sottoscrizione di un protocollo di Raccordo prima della messa in esercizio del collegamento ferroviario.

Verrà costituito il Tavolo tecnico, formato dai rispettivi referenti, con il compito di eseguire, tra l’altro,  studi analisi e indagini sulle specificità industriali e produttive dell’area rispetto alle categorie merceologiche interessate e la modalità di trasporto utilizzate; elaborazione di un apporto di sintesi a fronte degli studi effettuati con rappresentazione sia rispetto allo stato attuale della logistica merci sia rispetto alle potenzialità future della stessa logistica merci dell’agglomerato Jesce.Prevista la redazione di un Masterplan di interventi con i relativi costi.
Durata della collaborazione tra Regione Puglia e Regione Basilicata e Rete Ferroviaria Italiana spa e Consorzio industriale di Jesce(Matera)?

Un anno, a decorrere dal giorno della  stipula del protocollo.


Nino Sangerardi

News dal Network

Promo