Airfare, a Matera parte un progetto per le industrie creative

41 Visite

Con l’obiettivo di produrre innovazione a partire da un concetto dinamico di “patrimonio culturale”, inteso come strumento partecipativo e generativo di nuovi prodotti culturali attraverso l’uso del digitale, è stato presentato oggi a Matera il progetto Airfare.

    Il progetto, finanziato per 288 mila euro, ha partecipato al bando “Transizione digitale organismi culturali e creativi (Tocc)” del Ministero della Cultura finanziato dall’Unione europea-Next GenerationEU ,su iniziativa della Fondazione Matera Basilicata 2019, con l’Open design school, Confapi, Cna, Casa delle tecnologie di Matera e Fondazione Its Academy di Basilicata.

    L’iniziativa, della durata di 24 mesi, si rivolge alla filiera delle industrie culturali e creative (Icc), per di creare uno spazio unico di produzione culturale del territorio, rafforzare le competenze degli operatori, incoraggiare la cooperazione e lo scambio di esperienze, facilitare l’aggiornamento professionale .

Airfare, acronimo di “mediA dIgital libRary oF lucAnian cultuRE” (Catalogo digitale della cultura lucana) è suddiviso nelle azioni media digital libray, catalogo culturale digitale, curatela artistica digitale, fabbricazione artigianale, fablab in pillole, residenze artigiane e fabbricazione digitale inclusiva. (ansa)

News dal Network

Promo