Gli alunni delle Canossiane visitano il Consiglio regionale

39 Visite

Attenti, preparati, curiosi e per niente intimiditi rispetto al luogo in cui si trovavano e alle persone con le quali hanno interloquito. E’ con questo spirito che gli alunni della IV e V dell’Istituto Canossiane di Potenza hanno vissuto l’esperienza formativa legata al progetto di “Cittadinanza attiva”, l’iniziativa curata dalla Struttura Informazione, Comunicazione ed Eventi del Consiglio regionale della Basilicata, tesa a promuovere attività di conoscenza della macchina amministrativa regionale. Accompagnati dalla dirigente dell’Istituto, Natalina Lucia, e dall’insegnante Valentina Zuddas, i bambini sono stati accolti presso il Consiglio regionale dal dirigente della Struttura Informazione, Comunicazione ed Eventi del Consiglio regionale della Basilicata, Pierluigi Maulella Barrese, il quale dopo aver ricordato che ogni diritto è legato ad un dovere e che è fondamentale che ciascuno assuma consapevolezza di quelle che sono le proprie responsabilità verso se stesso e verso gli altri, si è soffermato sul senso del progetto che è quello di avvicinare i giovani alle istituzioni. “Dobbiamo sempre ricordare – ha affermato – che è importante essere parte attiva della comunità far sentire la propria voce, proporre idee ed interessarsi alla politica. Magari tra voi potrà esserci un futuro consigliere regionale, un deputato, un senatore. Un percorso che potrà consentire di dare voce a chi non ce l’ha, aiutare chi ha bisogno, mettendo le necessità degli altri davanti alle proprie”.

Dopo aver visionato un video sul funzionamento del Consiglio regionale e della Giunta regionale, curato dall’Ufficio stampa il funzionario Andrea Mercurio ha invitato i bambini a riflettere sempre sul valore della Costituzione italiana che contiene i principi fondamentali della vita civile del nostro Paese. Ricordando quanto detto da un noto costituzionalista che ha paragonato la Costituzione ad una nave ben costruita e ben governata che può navigare sicura, affrontando tutte le tempeste, grazie ai motori, alla plancia di comando ben strutturata e alle scialuppe di salvataggio, Mercurio ha catturato l’attenzione dei bambini che hanno seguito con interesse la spiegazione sul mondo delle istituzioni e il lavoro quotidiano che qui si svolge finalizzato allo sviluppo del benessere dei cittadini e alla tutela dei beni comuni.

Lo scrittore Gianluca Caporaso ha poi illustrato ai bambini il senso del progetto editoriale “Gonfalonia”, un viaggio tra gli stemmi della Basilicata, curato dall’Associazione La luna al Guinzaglio. Caporaso, che ha scritto le quartine riportate sotto le illustrazioni della pubblicazione, ha portato per mano gli alunni in una sorta di avventura alla scoperta di castelli, torri, stelle, armi. “Vi mostro quella che è una mappa che poco alla volta, immagine dopo immagine, parola dopo parola, quando sarà tutta svelata, diventerà un poster che potrete appendere nelle vostre camerette così da tenere sempre a mente le nuove scoperte che farete e trovare mille motivi per mettervi in viaggio e incontrare lo stupore che suscita la nostra regione”.

Il momento conclusivo dell’esperienza formativa si è tenuto presso l’Aula consiliare. Ad accogliere i bambini, la dirigente e l’insegante il direttore generale del Consiglio regionale, Domenico Tripaldi, il quale ha spiegato che il Consiglio regionale è l’organo rappresentativo della comunità regionale che esercita la funzione legislativa attribuita dalla Costituzione alla Regione. Il Consiglio – ha precisato Tripaldi con un linguaggio estremamente semplice e con degli esempi pratici – legifera su alcune materie di competenza regionale, quali la sanità, i trasporti e l’agricoltura”.

La dirigente dell’Istituto Canossiane, Natalina Lucia, nel definirsi particolarmente soddisfatta dell’incontro ha affermato che le nozioni di cittadinanza attiva non vanno soltanto studiate ma praticate, sperimentate. “I nostri alunni hanno fatto un percorso sulla Costituzione, con il quale abbiamo cercato di far capire loro che si vive osservando delle leggi, che non è solo un mero esercizio di osservazione ma è il presupposto per vivere bene in una comunità. Conoscere i luoghi e le persone che si occupano di farci vivere bene l’abbiamo vissuta come Istituto come occasione di interessante formazione. Auspico che vi siano più possibilità di visita presso le Istituzioni per far sì che i bambini possano sentirsi parte attiva di una comunità”.

Felici ed emozionati nel prendere posto tra i banchi consiliari i bambini, invitati a ricoprire per un giorno il ruolo di consiglieri regionali, hanno chiesto al direttore Tripaldi seduto al tavolo della presidenza, azioni tese a migliorare lo stato delle strade, delle palestre “dove noi trascorriamo ore felici”, a potenziare i nostri ospedali, a dare più spazio ai comuni meno popolosi, a progettare spazi di intrattenimento per gli anziani, a rendere le scuole più moderne, accoglienti e funzionali.

News dal Network

Promo