Presidi a Potenza e Matera di Cgil e Uil Basilicata l’11/4

80 Visite

Zero morti sul lavoro, una giusta riforma fiscale, un nuovo modello sociale di fare impresa: sono queste le tre rivendicazioni che hanno spinto Cgil e Uil a proclamare, per il prossimo 11 aprile, quattro ore di sciopero generale le cui ragioni sono state illustrate stamani, a Potenza, dai segretari generali della Basilicata, Fernando Mega per la Cgil e Vincenzo Tortorelli per la Uil.

 I presidi si terranno in piazza Mario Pagano nel capoluogo lucano e in piazza Vittorio Veneto a Matera a partire dalle ore 10: «La sicurezza sui luoghi del lavoro – ha spiegato Mega – è un tema cardine delle nostre rivendicazioni, come un fisco equo che azzeri le differenze di tassazione tra i lavoratori autonomi e quelli subordinati, e come lo sviluppo del Sud e della Basilicata, dove incombono crisi epocali, come quella della Stellantis, e dove anche la tenuta sociale su servizi essenziali, come sanità e scuola, è a forte rischio».

«In questi primi giorni di campagna elettorale – ha concluso Tortorelli – vedo l’assenza totale del tema lavoro, del coinvolgimento delle parti sociali sul tema delle proposte».


Ci sono chiacchierate a spot, ma nessuna condivisione del modello delle parti sociali.

News dal Network

Promo