Pasqua, il bel regalo di Coviello: torna a Potenza per una master class

63 Visite

Claudio Coviello, il primo ballerino della Scala di Milano è ritornato nella sua Potenza (sua città di d’origine) per offrire ad una sessantina di ballerine in erba una lezione davvero speciale, promossa dalla Direzione Regionale Musei della Basilicata e organizzata dalla Scuola Loncar. Lo conferma il Tgr Puglia (Rai).

Nonostante la giovane età, lo ricordiamo, Coviello ha già collezionato molteplici esperienze professionali: ha danzato coreografie astratte di Aleksej Ratmanskij (Concerto DSCH), Heinz Spoerli (Cello Suites, Goldberg Variations), Azsure Barton (Mahler 10), Serge Lifar (Suite en blanc), Ji?í Kylián (Bella Figura), William Forsythe e altri coreografi di spicco.[10] Nel 2014 ha ricevuto una candidatura al Prix Benois de la Danse per la sua interpretazione del ruolo di Quasimodo nel Notre-Dame de Paris di Petit alla Scala.

Nel 2019 ha inagurato la 431ª stagione del Teatro alla Scala interpretando Aminta nella Sylvia di Léo Delibes su una coreografia di Manuel Legris e, dopo la nomina di Legris a direttore del corpo di ballo del Teatro alla Scala, Coviello ha danzato altri ruoli coreografati dall’ex étoile francese, tra cui Birbanto ne Le Corsaire nel 2023.

News dal Network

Promo