“Estirpare malapianta del clientelismo e della raccomandazione”

41 Visite

 “Estirpare una volta per tutte la malapianta del clientelismo e della raccomandazione, che accontenta i singoli e spegne il senso di comunità.

Chiedo fermamente che si dia spazio al merito e alle capacità dei nostri ragazzi”: è uno dei passaggi più significativi del messaggio di Pasqua dell’amministratore apostolico di Potenza-Muro Lucano-Marsiconuovo, monsignor Salvatore Ligorio.

    L’arcivescovo ha rivolto ai fedeli anche “un caldo invito a non disertare la partecipazione alle urne e allo stesso tempo a pretendere dai candidati risposte concrete, veritiere, credibili e fattibili ai bisogni della gente”.

Un altro “forte appello” lo ha rivolto “alla responsabilità dei candidati a mettersi al servizio del bene comune e della dignità delle persone che incontrano, evitando proclami sterili, promesse irrealizzabili destinati ad aumentare la sfiducia degli elettori. Finora – ha aggiunto – le forze politiche hanno parlato solo di schieramenti. Invece alla Basilicata servono progetti a lunga scadenza, serve un orizzonte per il futuro, all’interno di una ipotesi di sviluppo del Mezzogiorno e dell’Italia intera, come da sempre sollecitano i vescovi italiani”. (ansa)

News dal Network

Promo