Inaugurazione Mostra fotografica “etica ed estetica”, l’enigma del terzo paesaggio” a Matera –

48 Visite

Dalla felice relazione tra l’Università degli Studi di Bari e l’Accademia di Belle Arti di Bari, nasce questo progetto espositivo che fonde saperi artistici e visioni filosofiche sul tema del paesaggio rurale pugliese. 

Un percorso itinerante che realizza la prima tappa domenica 17 marzo a Matera, nell’ambito del “Cultural Festival 2024” nel suggestivo Alvino Relais, con l’inaugurazione della mostra fotografica “ETICA ED ESTETICA, l’enigma del terzo paesaggio”.

Curatori dell’iniziativa i docenti dell’ Accademia barese, Rocky Malatesta (Etica della Comunicazione), Rosalinda Romanelli (Storia dell’Arte), Roberto Sibilano (Linguaggio e tecniche dell’ audiovisivo) e di Maristella Trombetta, docente di Estetica dell’Università di Bari. Gli allestimenti sono di Angela Varvara dell’Accademia. 

L’uomo, in quanto essere naturale si salvaguarda se salvaguarda l’ambiente. L’esasperato edonismo delle civiltà moderne, però, ha impedito per molto tempo di considerare una forma contemplativa “attiva” della natura. Se ci poniamo dalla prospettiva per la quale il paesaggio è un valore estetico prodotto dall’uomo, cioè prodotto dalle sue scelte e dal suo agire, allora, inevitabilmente, la contemplazione della natura, intesa come azione, da un lato diventa un atto etico, dall’altro diventa la cifra estetica che giustifica e avvalora l’intervento artistico nel e sul paesaggio come intervento qualificante.

A indagare attraverso il mezzo fotografico sul terzo paesaggio diciassette studenti dell’Accademia di Belle Arti di Bari: Carmela Balice, Davide Bellaggi, Alessio Berardi, Eleonora Bosna, Moana Battista Canu Spada, Annalisa Ciliberti, Alessia Decrescenzo, Maria Rita Giordano, Rocco Girardi, Paola Guardavaccaro, Cecilia Guario, Raffaello Iacovazzi, Santina Moccia, Giorgia Montanaro, Clarissa Musto, Caterina Ronzino, Giuseppe Ermes Signorile.

News dal Network

Promo