Lavoro: a Potenza sciopero e incontro in Regione per operai della logistica a Melfi

57 Visite

I lavoratori della logistica nell’area industriale di San Nicola di Melfi venerdì hanno tenuto un presidio davanti alla Regione Basilicata, a Potenza, e poi sono stati ricevuti in delegazione dall’assessore Michele Casino. Uilm, Fismic e i colleghi dei trasporti della Uiltrasporti e della Fast Confsal hanno proclamato sciopero per l’intera giornata per denunciare la difficile situazione del settore. ”Attualmente il 75% dei lavoratori della logistica di Melfi è in cassa integrazione a zero ore – hanno spiegato le organizzazioni – situazione che ha generato e genera disperazione e sofferenza non solo nel comparto della logistica ma anche in quello della componentistica e di Stellantis”.

Durante l’incontro Casino ha parlato con il ministro alle imprese e al made in Italy, Adolfo Urso. ”Il ministro Urso – hanno reso noto i sindacati – ha confermato che dopo il 18 marzo, data della convocazione dell’ultimo tavolo nazionale tematico sull’automotive, verrà convocato un tavolo specifico per affrontare le problematiche del distretto industriale di Melfi, come da impegni assunti in precedenza con noi. Una data cruciale è il 21 marzo, quando dirigenti di Invitalia, del MiMit e dalla Regione Basilicata e le organizzazioni sindacali presenteranno il bando attuativo dell’area di crisi complessa presso la sala consiliare del Comune di Melfi.

Questi bandi prevedono finanziamenti significativi e soprattutto una clausola sociale che impone ai beneficiari di assumere necessariamente dalla platea dei lavoratori coinvolti nelle trasformazioni in corso a Melfi”. Inoltre ”la Regione Basilicata si è impegnata a sostenere attraverso uno strumento specifico il 20% del costo attualmente a carico delle aziende degli ammortizzatori sociali – hanno aggiunto le sigle sindacali – inoltre con ulteriori strumenti di ammortizzatori sociali in deroga ai periodi ordinari, al fine di mantenere i lavoratori all’interno delle aziende della logistica e di tutto l’indotto durante la fase di transizione. I bandi attuativi saranno operativi a partire dal 16 aprile, e già nel mese di giugno verrà valutata l’efficacia degli investimenti e l’attrattiva per nuovi imprenditori”. Secondo le organizzazioni quello di oggi è stato ”un primo passo significativo”.

News dal Network

Promo