Sanità, Fanelli e Spera: “San Carlo presenta operatore virtuale”

67 Visite

L’Azienda ospedaliera regionale ‘San Carlo’ di Potenza, nella costante azione volta a migliorare la qualità dei servizi resi anche in termini di trasparenza, qualità e partecipazione, ha promosso e realizzato il servizio di ‘ChatBot’, sistema virtuale basato su un software di intelligenza artificiale, configurato per rispondere in maniera automatizzata alle domande generali più frequenti delle persone, relative alla fase di prenotazione di una visita, al pagamento del ticket, alla consultazione dei referti e all’accesso alle prestazioni.

«L’assistente virtuale ‘Carlo’ -commenta il direttore generale dell’Aor San Carlo di Potenza Giuseppe Spera– è a disposizione per rispondere alle domande degli utenti che navigano in rete sul portale aziendale ospedalesancarlo.it in modalità pc, tablet o smartphone. ‘Carlo’ è stato istruito sui servizi di prenotazione e informazione che riguardano gli esami del laboratorio di analisi con contenuti approvati dagli specialisti dell’Azienda. Le informazioni ricevute sono affidabili e certificate, sempre disponibili, dove e quando si vuole. Il sistema sarà progressivamente arricchito con aggiornamenti sulle diverse attività aziendali, ma occorre rammentare -conclude il direttore generale Spera- che si tratta di un assistente virtuale, non di un umano, che incrementerà la capacità di formulare puntuale risposta proprio grazie alle interlocuzioni con l’utenza non soddisfatte. Un team di professionisti è costantemente a lavoro per catalogare e classificare le richieste effettuate dagli utenti, per educare ed affinare il sistema delle risposte».

L’assessore regionale alla Salute e politiche della persona Francesco Fanelli esprime il suo riconoscimento per la attitudine dell’Aor San Carlo alla programmazione di attività volte ad avvicinare gli ospedali alle reali esigenze espresse dalle persone. «La nostra costante attenzione –ha commentato l’assessore Fanelli- è rivolta anche a tutte le persone bisognose di informazioni utili ad intraprendere il necessario percorso di cura e assistenza. Grazie all’aiuto della intelligenza artificiale saremo in grado di fare importanti passi in avanti in Sanità, sia per quanto riguarda i servizi sia per l’attività chirurgica ed ambulatoriale. L’impegno –ha concluso Fanelli- è quello di continuare il percorso intrapreso con l’obiettivo di innalzare ulteriormente il livello già elevato della qualità dalla sanità lucana».

News dal Network

Promo