In un mese 30 mila richieste per il bonus acqua

39 Visite

«A circa un mese dall’approvazione della misura e del relativo regolamento, fortemente voluti dalla giunta Bardi, sono ben 30 mila i titolari delle utenze del servizio idrico lucano che hanno presentato istanza di erogazione del bonus idrico agli sportelli del gestore Acquedotto Lucano, secondo le diverse modalità previste».

Lo ha reso noto – attraverso l’ufficio stampa della giunta lucana – l’assessore regionale all’Ambiente, Cosimo Latronico, il quale ha sottolineato che “questo dato dimostra la bontà della misura approvata”.

«Nel frattempo – ha proseguito l’assessore – Eni, in collaborazione con Acquedotto Lucano e con gli uffici competenti della Regione Basilicata, ha avviato le procedure per la realizzazione di tre impianti fotovoltaici da 49 MWp complessivi, che rappresenteranno la vera svolta green del gestore del servizio idrico in termini di energia prodotta da rinnovabili (80 GWh anno a favore di AL) con un risparmio atteso in termini di emissioni di CO2 pari a circa 40 mila ton/anno. La titolarità di tali impianti sarà ceduta a partire dal 2031 alla Regione/Gestore».

    Secondo Latronico, si tratta di «un risultato importante che finalizzerà, a partire dal mese di marzo, il risparmio sui costi operativi di Acquedotto Lucano a favore dei nuclei familiari con Isee inferiore a 30 mila euro, interessando circa 78 mila famiglie lucane che avranno un abbattimento in bolletta della fornitura base delle seguenti voci: quota fissa, acquedotto, fognatura, depurazione. Garantendo la quota base saranno disincentivati i consumi e gli sprechi, perché misura di transizione energetica mira al risparmio della risorsa idrica, il bene più importante della Basilicata», ha concluso.

News dal Network

Promo