Basilicata casa comune, “centrosinistra cambierà candidato?”

45 Visite

«Le voci che si stanno addensando nel dibattito interno al campo moderato e progressista” – che farebbero preludere ad un “presunto disvelamento di nomi, alcuni dei quali non certo nuovi” – rappresentano “un equivoco da sciogliere”, anche perché “al momento non è chiaro anche se alcuni dei partiti che stanno prendendo parte al dibattito alla fine propenderanno per rimanere nel centrosinistra o vireranno nel centrodestra.

    Lo ha scritto in una nota il presidente di “Basilicata casa comune”, Fausto Santangelo, ribadendo che, nel “rispetto del profilo dei candidato di cui cui si ipotizzano i nomi, continuiamo a ritenere che la nostra proposta, di aggregare tutto il centrosinistra attorno alla figura di Angelo Chiorazzo, possa avere maggiori chances di vincere in un confronto che sarà impegnativo con il centrodestra, che può ancora contare su una coda della ‘luna di miele’ dell’attuale governo con una parte del popolo italiano”.

    Secondo Santangelo, occorre pensare “ad un governo che debba durare cinque anni senza trappole e giochini di potere di cui la gente non ne può più.

    Si tratta di un ‘Patto per la Basilicata’, dove magari i nomi che si stanno facendo in queste ore potrebbero essere tranquillamente nomi forti per incarichi di governo, tuttavia non susciterebbero quel coinvolgimento, quelle energie sopite e adesso rinvigorite che abbiamo riscontrato in tanti pezzi della società in questi mesi di giri per la nostra regione.

Si ha la sensazione che si stia facendo ‘melina’ anche con questi nomi.

    In qualche caso si tratta di persone che sembravano avessero già manifestato la loro indisponibilità, in altri di persone che nemmeno sembrava si fossero fatte avanti; sembra tanto una forzatura quasi una costrizione in fretta e furia senza conoscere il progetto di governo e con l’unico scopo di contrapporre un nome, per partito preso». (ansa)

News dal Network

Promo