Basilicata: approvato piano di contenimento della peste suina africana

45 Visite

La giunta regionale della Basilicata ha approvato il piano di eradicazione della peste suina africana (Psa) e il piano di interventi urgenti del 2024, per contenere e controllare la possibile diffusione dell’infezione derivante dai cinghiali. I provvedimenti sono stati varati in base alle indicazioni del commissario nazionale Vincenzo Caputo. Per la Psa, in Basilicata attualmente vigono due zone di restrizione (I e II) in provincia di Potenza, in cui procedere al contenimento secondo il piano straordinarie di catture, abbattimento e smaltimento delle carcasse di ‘Sus scrofa’. Il piano di interventi urgenti, invece, riguarda la prevenzione nel resto del territorio regionale affinché non arrivi l’infezione.

«Resta di fondamentale importanza, anche in questa fase, un approccio sinergico e multidisciplinare – ha dichiarato l’assessore alla sanità Francesco Fanelli – tra tutti gli attori coinvolti e i gruppi operativi territoriali per proseguire un lavoro di programmazione a lungo termine in modo coordinato anche con le politiche agricole, alimentari e forestali e con l’ambiente, territorio ed energia”. In questo modo si può ”contrastare la diffusione del virus” e fare in modo che ”impattino il meno possibile le misure restrittive su tutta la filiera produttiva, sulle attività commerciali, legate al turismo e allo sviluppo rurale; settori di vitale importanza per la nostra regione».

News dal Network

Promo