Potenza: uomo ucciso a fucilate dallo zio, lite per gestione di un terreno

46 Visite

E’ stato condotto in carcere a Potenza l’uomo di 67 anni, Vincenzo Petrino, che questa mattina ha ucciso con due colpi di fucile il nipote di 40 anni, Michele Petrino, a Rapolla, in provincia di Potenza. I due abitavano in località Cerro Cigliano, in due abitazioni vicine. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, lo zio ha atteso l’arrivo in auto del nipote e ha sparato. Il movente sarebbe riconducibile alle liti e ai rancori scaturiti dalla gestione di un terreno agricolo, la situazione tra lo zio e il nipote nel tempo si era fatta sempre più tesa. L’arrestato deve rispondere di omicidio volontario. Le indagini sono condotte dai carabinieri della Compagnia di Melfi e del Nucleo investigativo del Comando provinciale, con il coordinamento della Procura di Potenza.

News dal Network

Promo