Partito da Bari il Polibus, a bordo i laboratori Steam

55 Visite

Realizzare un grattacielo che deve resistere alle vibrazioni di un terremoto.

Usare l’intelligenza artificiale per eseguire dei test e confrontare le riposte per capire quali sono state fornite dalla mente umana e quali da Chat Gpt.

Sono alcune delle esperienze a cui più di duemila studenti di 11 città, dislocate tra Puglia e Basilicata, potranno sottoporsi grazie alla seconda edizione di ‘Polibus: il tuo talento, la tua strada’, il laboratorio itinerante Steam (acronimo di Scienze, tecnologia, ingegneria e matematica) promosso da ScuolAttiva onlus e Politecnico di Bari, partito oggi da Bari.

    Il tour prevede 15 tappe finalizzate al sostegno del sistema scolastico e al contrasto della povertà educativa, con particolare attenzione alle studentesse che spesso non si sentono adeguate a intraprendere un percorso di studio tecnico-scientifico. Il bus a due piani messo a disposizione di Itabus è attrezzato con cinque laboratori mobili steam e spazi d’incontro per far immergere gli studenti nelle materie tecnico scientifiche e aiutarli a compiere scelte consapevoli sul proprio percorso di studi.
   

“Nei laboratori del Polibus le ragazze e i ragazzi avranno la possibilità di mettersi in gioco e acquisire nuovi strumenti utili per orientarsi nelle future scelte scolastiche”, spiega Simona Frassone, presidente di ScuolAttiva onlus, evidenziando che “abbiamo più di 15 programmi educativi attivi per valorizzare approcci innovativi di apprendimento, inclusione sociale e parità di genere”. “Il nostro obiettivo è dare a tutti i giovani la possibilità di esprimere il proprio potenziale e realizzare i propri sogni”, conclude Frassone. (ansa)

News dal Network

Promo