Fanelli incontra i direttori generali delle aziende sanitarie

34 Visite

 Si è tenuto questa mattina presso l’assessorato alla Salute e Politiche della Persona della Regione Basilicata, un incontro tra l’assessore Francesco Fanelli, il direttore generale Massimo Mancini e i direttori generali delle quattro aziende sanitarie lucane, Maurizio Friolo (ASM), Antonello Maraldo (Asp), Giuseppe Spera (AOR San Carlo) e Massimo De Fino (Irccs Crob).

«Obiettivo dell’incontro-
ha fatto sapere l’assessore Fanelli- fare il punto della situazione circa tutte le procedure di stabilizzazione, ormai in dirittura di arrivo per la prima tranche, relative all’assunzione a tempo indeterminato di personale del ruolo sanitario e degli O.S.S. in possesso dei requisiti stabiliti dalla legge al fine di garantire l’applicazione omogenea ed uniforme delle procedure di reclutamento del personale previste e di velocizzare i nuovi iter relativi alle ulteriori stabilizzazioni secondo le nuove disposizioni di legge».

Al netto delle considerazioni emerse durante l’incontro, il quadro complessivo delle procedure risulta corposo e perfettamente allineato con la normativa e con le direttive regionali, nel pieno rispetto dei cronoprogrammi stabiliti.

«Una parola mantenuta concretamente- ha detto l’assessore- che ha portato benefici in termini di potenziamento delle risorse umane e che di conseguenza ha costituito un impegno mai sostenuto prima nei confronti di lavoratori in campo sanitario. Per l’esaurimento complessivo delle graduatorie esistenti, di fatti- ha aggiunto Fanelli- mancano pochissime unità che contiamo di assorbire nei prossimi giorni. Colgo

nuovamente l’occasione per ringraziare le aziende, gli uffici regionali e le direzioni strategiche per aver applicato in modo pedissequo e coordinato tutte le disposizioni emanate e per aver reso possibile l’ormai prossimo completamento delle prime procedure.

Attraverso l’approvazione del Protocollo tra le aziende del Servizio Sanitario Regionale, sono state condivise le graduatorie garantendo così lo scorrimento reciproco di quelle residue e la stabilizzazione del personale avente diritto. Pertanto, possiamo dirci ampiamente soddisfatti dei risultati ottenuti e del completamento della prima tranche di stabilizzazioni che hanno interessato centinaia di unità lavorative; una vera boccata di ossigeno per il servizio sanitario regionale. Siamo pronti a partire con l’espletazione sinergica dei nuovi avvisi- ha concluso l’assessore Fanelli- al fine di avviare ufficialmente la seconda tranche di stabilizzazioni che restituirà alla Basilicata più personale, più servizi e una stabilità lavorativa non solo tesa a garantire personale soddisfazione e meritocrazia ai lavoratori, ma che punta a restituire lungimiranza e programmazione alla sanità lucana».

News dal Network

Promo