Potenza: Libera e Penelope, ‘non archiviare caso su morte di Dora Lagreca’

55 Visite

Al Tribunale di Potenza è prevista domani un’udienza del giudice per le indagini preliminari sul caso della morte dell’insegnante Dora Lagreca, 30 anni, dopo una caduta di 12 metri da un palazzo di Potenza il 9 ottobre 2021, per decidere sulla possibile archiviazione. La famiglia chiede di non chiudere il caso e al suo fianco si schierano le associazioni Penelope Italia e Libera (presidio Elisa Claps e Francesco Tammone di Potenza). Le due associazioni ”oltre ad essere vicine alla famiglia di Dora, che hanno incontrato nei mesi scorsi, sono convinte che l’indagine non debba essere archiviata per tutta una serie di dubbi e interrogativi non chiariti dalle indagini fin qui eseguite”, hanno detto.

Dora Lagreca, di Montesano sulla Marcellana (Salerno), lavorava in una scuola a Tito e conviveva a Potenza con il fidanzato Antonio Capasso. Quella notte morì dopo essere precipitata dal balcone dell’appartamento del fidanzato in via Di Giura. Secondo Capasso la ragazza si è lanciata dal balcone dopo una lite. Il legale della famiglia, Renivaldo Lagreca, è stato affiancato dall’avvocata potentina Cristiana Coviello. Quest’ultima ha chiesto ulteriori accertamenti a due periti, un ingegnere forense e un medico legale. Nella scorsa primavera lo stesso gip aveva disposto altri 8 mesi di indagine, chiedendo di disporre una consulenza tecnica fisico-balistica utile a ricostruire le dinamiche della caduta della ragazza e di stabilire se tali dinamiche fossero compatibili con una condotta volontaria o con l’intervento di terze persone, e una consulenza tecnica medico-legale per accertare (attraverso l’esame della documentazione sanitaria) se risultano sul corpo eventuali segni riconducibili ad una colluttazione avvenuta prima della caduta. Secondo Penelope e Libera, ”in questa vicenda ci sono troppi punti oscuri – dichiarano -. Vigileremo, assieme alla famiglia, affinché la luce resti accesa per dare a Dora le uniche cose che merita: verità e giustizia”.

News dal Network

Promo