Corruzione, divieto di contrattare con la P.a. e sequestro preventivo a due imprenditori di Polla

70 Visite

Nel contesto delle plurime investigazioni con cui la Procura Distrettuale della Repubblica presso il Tribunale di Potenza si impegna sul fronte delle indagini sui reati di corruzione e contro la Pubblica Amministrazione, nei giorni scorsi, la Sezione di Polizia Aliquota Polizia di Stato incardinata presso questo Ufficio, ha dato esecuzione all’ordinanza applicativa di una misura cautelare personale consistente nel divieto di contrattare con la P.A. e di un sequestro preventivo della somma di circa 10 mila curo, emessa dal Gip del Tribunale di Potenza su richiesta di questo Ufficio, in relazione ai fatti reato di corruzione di cui agli artt 81, 110, 319, 319 bis, 321, cp e D.lgs.231 /2001 artt.5 e 25, nei confronti di un soggetto classe 1987 nato a Polla (SA), e di un altro soggetto classe 1992 nato a Polla (Sa), e della società coinvolta.

L’ordinanza è stata adottata nella prosecuzione di attività d’indagine coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza di Potenza e condotte dalla locale Sezione di Polizia Giudiziaria Aliquota Polizia di Stato, che già nel luglio del 2023 aveva portato all’emissione di alcune misure cautelari personali, a seguito di fatti consistenti in alcune condotte corruttive a carico dei soggetti indicati che – fermo restando il principio di presunzione di non colpevolezza – erano stati raggiunti dalle misure cautelari sulla base delle convergenti evidenze indiziarie raccolte a loro carico con riferimento ad una gara pubblica per l’affidamento a privati dell’attività estrattiva all’interno di una cava del Comune di Vietri. Le indagini si sono poi concentrate su ulteriori ipotesi di reato relative ad altri affidamenti di lavori da parte del medesimo Comune di Vietri.

News dal Network

Promo