Zullino e Vizziello replicano a segretario Fit-Cisl Cavallo

49 Visite

“Noi di Basilicata Oltre apprendiamo con sommo stupore il comunicato della segreteria regionale Fit-Cisl. Ci fa davvero specie constatare che il segretario Vincenzo Cavallo, nonostante la sua esperienza, non conosca ancora la differenza tra un Consiglio straordinario ed uno ordinario. Proprio il nostro senso di responsabilità ci ha visti disponibili ad affrontare il tema dei trasporti nel primo Consiglio utile in modo serio e consapevole”. E’ quanto dichiarano i consiglieri regionali di Basilicata Oltre, Zullino e Vizziello che aggiungono: “Se poi il segretario Cavallo pensava di liquidare una vicenda così importante in pochi minuti di preavviso, non programmato e senza dare la possibilità ai consiglieri di studiare gli atti, allora lui sì che opera con grave irresponsabilità ed a questo punto la domanda sorge spontanea: cosa si nasconde dietro la vicenda trasporti e il relativo bando di gara? Detto ciò, informiamo il segretario Cavallo che avevamo dato comunque la nostra disponibilità a continuare i lavori subito dopo la risoluzione agricoltura già iscritta all’ordine del giorno del Consiglio straordinario convocato ad hoc.”.

“Non accettiamo ricatti e imposizioni da nessuno – proseguono i consiglieri di Basilicata Oltre -. Cavallo si informi bene prima di lanciare comunicati farlocchi, strumentali ed utili solo a creare false realtà e dimostrando di non conoscere i fatti. Non renda ridicola la Fit-Cisl che, invece, noi reputiamo seria. Zullino e Vizziello lavorano nell’esclusivo interesse della collettività e non certo per la cura degli interessi particolari e/o individuali. Tuttavia ringraziamo comunque il segretario Cavallo perché, con il suo comunicato, non ha fatto altro che aumentare ancora di più la nostra attenzione al tema. Ci dispiace, però, che la Cisl non abbia proferito parola a tutela di quei lavoratori che ieri erano fuori dalla Regione, in un Consiglio straordinario come quello di ieri, che ha visto trattare un tema cogente e di una importanza tale da scatenare una mobilitazione internazionale degli agricoltori sofferenti e che vivono una situazione davvero precaria. Infatti Cisl non ha fatto rilevare la totale assenza del presidente Bardi e della maggioranza tutta che, ad un certo punto dei lavori, ha abbandonato la seduta facendo venir meno il numero legale e non consentendo l’approvazione di una risoluzione a favore degli agricoltori di Basilicata. Questo è davvero grave e irresponsabile e ci dispiace come la Cisl non lo abbia fatto rilevare”.

“Siamo, ormai, al teatro dell’assurdo dove anche le organizzazioni di categoria e alcuni sindacati soffrono di una crisi d’identità e di funzioni. Per noi – concludono Zullino e Vizziello – la politica è una cosa seria, come sono seri i sindacati e le organizzazioni-associazioni di categoria”.

News dal Network

Promo