Calcio, Picerno-Turris senza tifosi ospiti: il prefetto di Potenza vieta la vendita dei biglietti

51 Visite

Un intervento sanzionatorio e necessario per non tramutare un evento sportivo in una nuova occasione per avere scontri violenti. Il match tra Picerno e Turris del 2 febbraio, allo stadio Curcio, si disputerà senza la presenza dei tifosi ospiti. La decisione è stata presa dal prefetto di Potenza Michele Campanaro, in virtù degli atti violenti causati dai sostenitori della Turris contro la squadra del Messina nell’ultima giornata di campionato. Il comunicato emanato dalla prefettura spiega nel dettaglio i fatti accaduti e i motivi che hanno condotto a questa scelta:

“Il Comitato di Analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive ha posto all’attenzione dell’Autorità provinciale di pubblica sicurezza di Potenza le gravi turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica poste in essere dai tifosi corallini in occasione dell’incontro Turris-Messina del 27 gennaio scorso. In tale circostanza, verso il termine della gara, al pareggio della squadra ospite, un gruppo di tifosi locali ha lanciato diversi oggetti contundenti verso il terreno di gioco, colpendo alla testa un giocatore del Messina che ha fatto ricorso alle cure dei sanitari. L’arbitro ha momentaneamente sospeso l’incontro e, nel frangente, i supporter locali più esagitati hanno tentato di forzare un cancello di ingresso sul campo, determinando l’intervento delle Forze dell’Ordine. Al termine della gara, gli ultras locali, dopo essersi travisati e compattati, hanno tentato a più riprese di aggredire gli ospiti, scontrandosi con le forze di polizia schierate per garantire l’uscita in sicurezza. Nella circostanza, gli aggressori hanno lanciato oggetti contundenti – procurati anche danneggiando alcune fioriere – fumogeni e bombe carta contro il personale operante. Nel corso di tali fasi concitate, quattro militari dell’Arma dei Carabinieri hanno riportato contusioni”.

Foto: ANSA

News dal Network

Promo