“Se chiude la banca meglio lasciare il paese dove si vive”

56 Visite

«Il 14,7 per cento delle persone dichiara di aver ‘preferito lasciare il proprio comune per l’assenza di filiali bancarie o altri servizi essenziali».

«In generale, per il 70,9 per cento degli intervistati ‘la mancanza di una banca (o di un servizio essenziale analogo) per la scelta di vivere o abbandonare il comune di residenza’ influisce ‘molto’ (35,1 per cento) e ‘abbastanza’ (35,8 per cento)».

E’ uno dei dati – riferiti alla Basilicata – che emergono da un rapporto della Uilca-Uil sulla desertificazione bancaria, al punto che «complessivamente la riduzione-chiusura delle filiali bancarie nel luogo in cui si vive rende insoddisfatte dieci persone su dieci».

News dal Network

Promo