Un’altra interdittiva antimafia nel Potentino

51 Visite

Il prefetto di Potenza Michele Campanaro «ha firmato in mattinata una interdittiva antimafia nei confronti di una società con sede legale nel capoluogo, operante nel settore delle attività di gestione delle pulizie e dei servizi ambientali”.

In un comunicato è evidenziato che “sono complessivamente 41 le interdittive antimafia adottate negli ultimi 24 mesi dalla Prefettura di Potenza, grazie all’importante azione istruttoria sviluppata dal Gruppo Interforze Antimafia”.

L’ultimo provvedimento “è stato adottato agli esiti dell’istruttoria condotta dal Gruppo Interforze Antimafia della Prefettura che, per concretezza, univocità, attualità e concatenazione logica dei fatti, ha accertato l’esistenza di un effettivo rischio di contaminazione mafiosa, attraverso la contiguità con elementi appartenenti a sodalizi criminali del clan potentino Martorano-Stefanutti”.

«Come ho evidenziato in occasione dell’ultima Conferenza regionale delle Autorità di Pubblica Sicurezza – ha sottolineato Campanaro – in presenza dei vertici della magistratura inquirente, è assolutamente essenziale massimizzare i risultati dell’azione di prevenzione e di contrasto alla criminalità, attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema sicurezza, dalle forze di polizia, alla magistratura, agli enti territoriali.«

E ciò può ben essere fatto con il rafforzamento del sistema prevenzionistico di natura amministrativa, che è svolto dalle Prefetture con lo strumento delle informazioni antimafia.
La misura interdittiva adottata oggi tocca una società che opera nel settore delle pulizie e dei servizi ambientali, in assoluto tra quelli a maggior rischio di condizionamento e permeabilità da parte di segmenti criminali” ha concluso. (Fonte: Ansa)

News dal Network

Promo