Autonomia differenziata, Zullino: “Misura scellerata”

41 Visite

«Anche oggi a Potenza per protestare contro questa scellerata misurata voluta dal ministro leghista Calderoli. Protestiamo in piazza per tutelare le esigenze dei cittadini lucani, i quali sono fortemente penalizzati da questo progetto di Autonomia differenziata. Le conseguenze di questo Disegno di legge, che si spinge ben oltre l’articolo 116 della Costituzione, sono infatti inaccettabili sotto tutti i punti di vista. Parliamo di concreti rischi legati all’aumento delle disuguaglianze sociali e territoriali del Paese, colpendo specialmente i cittadini lucani e del Mezzogiorno d’Italia sui servizi pubblici essenziali in tema di sanità, trasporti, istruzione, energia, tutela dell’ambiente e finanche la giustizia di pace».

E’ quanto dichiara il consigliere regionale e capogruppo di Basilicata Oltre, Massimo Zullino.

«E’ assurdo – continua Zullino – poter pensare di avere legislazioni diverse per ogni Regione, anche su questioni di carattere e di interesse nazionale o, peggio ancora, sovranazionale. Dunque, siamo in prima linea per salvaguardare l’attribuzione di competenze che deve poter contare su una base universale e paritaria con il fine di chiudere presto questo triste capitolo della recente storia della nostra Regione».

«Basilicata Oltre ha ampiamente discusso di questa misura nei due importantissimi convegni, a Matera e Venosa, con autorevoli professori universitari, i quali hanno evidenziato tutti i limiti e i tragici effetti che minacciano seriamente la capacità competitiva e lo sviluppo socio-economico equilibrato del Paese. Ricordiamo che Bardi – conclude il consigliere regionale di Basilicata Oltre, Massimo Zullino – ha svenduto la Basilicata, esprimendo un personale parere positivo al ddl Calderoli senza previa discussione in Consiglio Regionale. Ecco perché l’autonomia differenziata e Bardi sono due misure negative per il territorio lucano».

News dal Network

Promo