Opere pubbliche in crescita a Potenza. Opportunità e formazione per la categoria dei geometri

47 Visite

Promosso dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati in collaborazione con il Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Potenza, il tema dei lavori pubblici sarà al centro dell’incontro che si svolgerà il 15 gennaio 2024, presso la Sala Minerva del Grande Albergo di Potenza, dalle ore 9 alle ore 14.

Interverranno il Sindaco della Città di Potenza Mario Guarente, l’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Basilicata Gerardina Sileo, il Vicepresidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati Ezio Piantedosi e il Presidente del Collegio Geometri e Geometri Laureati di Potenza Giuseppina Bruzzese.

A seguire, si terranno le relazioni del consigliere CNGeGL Antonio Mario Acquaviva, del presidente del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Genova Paolo Ghigliotti e del Collega di Cagliari Franco Cotza, previste nell’ambito del corso di formazione in “La disciplina dei Lavori Pubblici nell’esecuzione dell’opera, dalla progettazione alla cantierizzazione”, una iniziativa totalmente gratuita del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati per i geometri liberi professionisti iscritti agli albi della regione Basilicata e giunta alla sua tappa di Potenza. 

Il settore dei lavori pubblici al terzo trimestre del 2023 ha generato una media complessiva nazionale del 23% e del 45% rispettivamente per il numero e per il valore dei cantieri avviati su CIG aggiudicati. In questo scenario – in cui i tempi che intercorrono dal lancio del bando di gara all’apertura del cantiere hanno subito una riduzione che ha interessato tutte le fasce di importo, con picchi che hanno raggiunto il 50% nei casi di importi più elevati – il PNRR ha impresso un forte cambiamento nella realizzazione delle opere pubbliche, accelerando la fase di programmazione degli investimenti e riducendo i tempi di affidamento delle opere e di inizio della cantierizzazione. 

Al 31 luglio 2023 la spesa pubblica attivata dal PNRR (fonte NADEF 2022) è di 27, 6 miliardi e mette in luce che il settore delle costruzioni è il più veloce: 13% è il livello di spesa (rispetto ai 191 MLD del RRF), 65% è l’incidenza del Superbonus e dei Lavori Pubblici sul totale di spesa PNRR di 24,5 miliardi; le restanti percentuali sono: 35% su 8,7 miliardi di Superbonus, 29,4% su 7,2 miliardi di LLPP, 28,6% su 7 miliardi di transizione 4.0 e formazione 4.0, 4% su 1 miliardo di servizi, 2,4% su 0,6 miliardi di acquisto di beni.

“Il settore dei Lavori Pubblici – afferma il consigliere CNGeGL Antonio Mario Acquaviva – torna a essere uno snodo dello sviluppo infrastrutturale del Paese evidenziando la mancanza di figure professionali tecniche all’interno delle Stazioni Appaltanti: un aspetto che rappresenta un elemento significativo e incide nel rallentamento rispetto alla velocità di spesa richiesta dal PNRR. Se ben utilizzati dalla Pubblica Amministrazione, secondo il principio di sussidiarietà orizzontale, i tecnici liberi professionisti possono rappresentare l’utile risorsa cui fare riferimento per ovviare a questa empasse e concorrere a mitigare questo grave deficit di capitale umano. Ma non solo, anche la richiesta di tecnici qualificati, da parte delle imprese esecutrici, si connota per il medesimo punto di fragilità: una carenza di personale qualificato a cui affidare i compiti della conduzione dei cantieri. (Testo a cura degli organizzatori).

foto: http://www.gruppocap.it 

News dal Network

Promo