Dal Distretto Rotary 2120 (Puglia e Basilicata) “Leadership al femminile”

42 Visite

 La riduzione del gap di genere, per integrare sensibilità, intelligenze e codici che portino ad una società più inclusiva, più giusta e meno violenta. È questo il tema al centro del prossimo seminario del Distretto Rotary 2120 (Puglie Basilicata) che si terrà sabato 13 gennaio all’Hotel Chiusa di Chietri di Alberobello (inizio ore 10.00).

Un seminario declinato tutto al femminile con rotariani non passivi in platea, ma attivi in tavoli di lavoro nei quali potranno discutere su un’azione che i Club possano proporre in assemblea per ridurre la differenza di genere. Un nuovo metodo di lavoro, introdotto quest’anno dal Governatore Vincenzo Sassanelli, per trasformare i partecipanti da spettatori in attori. L’obiettivo è quello di rendere il nostro mondo più equo, le nostre comunità, e quelle lontane, inclusive e pronte alla integrazione piena fra donne e uomini.

Al seminario parteciperanno Francesca Portincasa, Direttrice generale di Aqp Spa; Maria Rita Costanza, imprenditrice della innovazione Ceo e CoFounder Everywhere, CoFounder e CTO Macnil; Raffaella Patimo, docente di Economia del lavoro al Dipartimento Economia e finanza dell’Università di Bari. A coordinare la tavola rotonda sulla “leadership al femminile” sarà la Past Governor del Distretto 2060 (Trentino-Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Veneto) Tiziana Agostini, filologa e saggista. Si discuterà della posizione di chi ha vinto la propria personale battaglia e però conosce quanto sia lungo ancora il cammino per ogni essere umano di genere femminile.

«Nelle nostre comunità come in tutto il mondo, in maniera più faticosa o meno dura, la strada è lunga. Non solo femminicidi, ma anche quella violenza che le vede sottopagate o costrette a matrimoni forzati, infibulate o tenute nell’ignoranza, senza diritti o violentate – dice il governatore Sassanelli presentando il seminario -. Eppure, la storia della emancipazione ci restituisce un panorama in cui la donna ha espresso, esprime, può esprimere, grandi idee e grandi meriti pur in una condizione di non piena parità. Il mondo ci chiede oggi cambiamenti veloci, un progresso accelerato e integrato, abbiamo bisogno di ingegni e percezioni derivanti da codici differenti che mettano a valore le diversità. La parità, in ogni campo, e ancor più in quella di genere può aiutarci a perseguire la Pace».

News dal Network

Promo