Asp Basilicata, firmate le delibere che ridefiniscono gli assetti

46 Visite

 “La Direzione strategica della Asp Basilicata ha firmato quattro importanti delibere con cui si ridefiniscono gli assetti interni dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza. Si tratta di una vera e propria rivoluzione che interessa altrettante aree e che ha visto il personale aziendale lavorare in maniera capillare per l’ottenimento di un risultato importante per la sua portata”. Lo rende noto la stessa Azienda sanitaria, con un comunicato stampa nel quale si precisa che “nell’ambito degli incarichi dirigenziali, si è concluso nel giro di qualche mese il percorso valutativo dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza per il conferimento degli stessi in area medica e sanitaria. Si è trattato di un complesso meccanismo che ha visto coinvolti vari attori ognuno con il proprio ruolo, unendo valutati, valutatori, direttori di dipartimento e direzione. Per quel che riguarda nello specifico gli incarichi dirigenziali, come da impegni assunti la Direzione ha proceduto con delibera numero 22/2024 al conferimento di 59 incarichi di cui 8 di struttura semplice dipartimentale, 2 di struttura semplice e 49 di alta specializzazione. Sono rimasti vacanti 86 incarichi poiché in numero superiore rispetto al numero degli aspiranti che hanno fatto pervenire le domande”.

“Per quanto riguarda la definizione degli incarichi di funzione e coordinamento in area comparto – prosegue la nota dell’Asp -, le Rsu sono state riconvocate per il prossimo 25 gennaio, data in cui si discuterà del regolamento sugli incarichi. Contestualmente alla convocazione dei sindacati, l’azienda ha scoperto le sue carte disegnando mediante la delibera numero 20/2024 il proprio modello organizzativo articolato su 122 incarichi dal valore complessivo di circa seicentomila euro. Si tratta dunque di una sterzata decisiva che porterà all’applicazione del contratto di novembre 2022 in linea con i nuovi modelli conformati su territorio e 118. Meno incarichi, riguardanti i funzionari, sono stati assegnati in area amministrativa rispetto al passato mentre si è posta maggiore attenzione alle nuove funzioni territoriali nonché all’istituzione degli incarichi per i livelli più operativi (assistenti ed operatori) in linea col dettato contrattuale. Ora, discusso il regolamento per il conferimento, si procederà con i bandi. Occorreranno ancora alcune settimane prima di giungere ad un risultato concreto. È un passo importante compiuto nella ridefinizione di un’Azienda Sanitaria che ad oggi ha ancora carenti e vacanti alcune funzioni, compromettendo anche gli assetti organizzativi. È una pesante eredità tramandata dal passato che oggi la nuova Direzione, propositiva e celere nelle sue funzioni, si vuole scrollare di dosso dando all’Asp Basilicata il tenore che merita. Dall’arrivo del Direttore Generale Antonello Maraldo, molti sono stati i passi in avanti compiuti, tanto che si è giunti già ad un assetto organizzativo più stabile a cui manca solo formalmente il nuovo atto aziendale che porterà la Asl di Potenza ad evolvere verso il nuovo modello sanitario introdotto dal Dm 77”.

“Ai provvedimenti sul personale – si legge ancora nel comunicato stampa – si è giunti grazie ad un disegno unico di razionalizzazione e gestione che comprende anche istituti contrattuali che presentavano criticità e che si connotano per attribuire un budget di straordinario per l’anno 2024 ai responsabili al fine di coinvolgerli e delegarli nella gestione reale aziendale. Le assegnazioni di budget di straordinario 2024 per tutte le Unità Complesse e Semplici Dipartimentali dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza, deliberate con il provvedimento numero 9/2024, sono state effettuate tenendo conto del numero di ore di straordinario pagate nel periodo dicembre 2022/novembre 2023, così come risultanti dal Sistema Informatico di Gestione delle Risorse Umane. In detta forbice temporale, l’Azienda ha pagato un totale di 84.189 ore di straordinario, di cui 73.734 ore al personale del Comparto Sanità e 10.455 ore alla Dirigenza.

Ridotte rispetto al precedente periodo le ore di straordinario attribuite pari al 30% per il Dipartimento Emergenza Urgenza 118 (riduzione effettuata per il solo personale del Comparto, in ragione della scarsità di dirigenti medici in servizio) e al 20% per le altre Strutture nelle quali sono avvenute immissioni in servizio che hanno per tanto reso non necessarie la prosecuzione degli straordinari. Le conseguenti attribuzioni di budget di straordinario per l’anno 2024 ammontano ad un totale di 63.300 ore (con una contrazione complessiva pari a circa il 25%), di cui 53.554 per il personale del Comparto e 9.745 per il personale della Dirigenza”.

“Nella riorganizzazione delle strutture – conclude la nota dell’Asp -, un ulteriore passo in avanti è stato fatto dalla Dirigenza Asp con la delibera numero 24/2024 che ha portato alla definizione degli assetti dell’Oiv con la nomina del terzo ed ultimo componente dell’Organismo Indipendente di Valutazione, che era monco di una figura e che oggi si completa con l’innesto dell’Avvocato Antonello Mango, funzionario dell’Arpab nonché già membro Oiv sul territorio. Mango è un quarantenne del capoluogo il cui profilo di fascia 2 è risultato corrispondente a quello ricercato dall’Azienda Sanitaria di Potenza”.

News dal Network

Promo