«Gli portavano tutti i malati e gli indemoniati», il caffè spirituale di mons. Savino

46 Visite

CAFFÈ SPIRITUALE                             

 MERCOLEDÌ 10  GENNAIO 2024

MERCOLEDÌ DELLA I SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO PARI)

       ===??===

           —–•••—–

Vidi il Signore su di un trono altissimo;?lo adorava una schiera di angeli?e cantavano insieme:?«Ecco colui che regna per sempre».

? Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Gesù guarì molti che erano afflitti da varie malattie.

? Dal Vangelo secondo Marco (Mc 1,29-39).?In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.?Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.?Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».?E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.?Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

Omelia del 5o secolo sulla preghiera Attribuita erroneamente a san Giovanni Crisostomo; PG 54, 64, 461 

« Si ritirò in un luogo deserto e là pregava »

La pregheria, o dialogo con Dio, è un bene sommo. (…) La preghiera è luce dell’anima, vera conoscenza di Dio, mediatrice tra Dio e l’uomo. L’anima, elevata per mezzo suo in alto fino al cielo, abbraccia il Signore con amplessi ineffabili. Come il bambino, che piangendo grida alla madre, l’anima cerca ardentemente il latte divino, brama che i propri desideri vengano esauditi e riceve doni superiori ad ogni essere visibile. La preghiera funge da augusta messaggera dinanzi a Dio, e nel medesimo tempo rende felice l’anima perché appaga le sue aspirazioni.

      Parlo, però, della pregheria autentica e non delle sole parole. Essa è un desiderare Dio, un amore ineffabile che non proviene dagli uomini, ma è prodotto dalla grazia divina. Di essa l’Apostolo Paolo dice: Non sappiamo pregare come conviene, ma lo Spirito stesso intercede per noi con gemiti inesprimibili (cfr. Rm 8, 26b). Se il Signore dà a qualcuno tale modo di pregare, è una ricchezza da valorizzare, è un cibo celeste che sazia l’anima; chi l’ha gustato si accende di desiderio celeste per il Signore, come di un fuoco ardentissimo che infiamma la sua anima.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

Ispira nella tua paterna bontà, o Signore,?i pensieri e i propositi del tuo popolo in preghiera,?perché veda ciò che deve fare?e abbia la forza di compiere ciò che ha veduto. Per Cristo nostro Signore. Amen. 

? Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«Io sono venuto perché abbiano la vita?e l’abbiano in abbondanza», dice il Signore. (Gv 10,10)

In Cristo Gesù, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.+don Francesco

News dal Network

Promo