Matera: al presepe vivente nei Sassi ospiti i minori stranieri non accompagnati

56 Visite

Si conclude il 5 e il 6 gennaio il presepe vivente nei Sassi di Matera, sul tema ”Pane è pace”, organizzato da Matera convention bureau insieme al Comune. La rappresentazione sacra si sviluppa con ”quadri viventi” allestiti su un percorso che coinvolge diverse aree degli antichi rioni di case in tufo. Per le ultime due giornate saranno ospiti alcuni ragazzi stranieri che sono accolti in Basilicata come minori stranieri non accompagnati (Msna). La loro partecipazione, gratuita, rientra in un protocollo d’intesa siglato tra l’ufficio del garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Basilicata e il mondo del volontariato.

L’intesa intende favorire ed attuare interventi di coordinamento e di dialogo tra le istituzioni del territorio tramite progetti che creano una sinergia tra le associazioni socio culturali, i tutori, i cittadini e le comunità ospitanti. Con l’obiettivo di migliorare integrazione ed inclusione, incoraggiando la partecipazione ad eventi culturali che possano garantire la cultura del rispetto, esaltando il valore della differenza.

«E’ per noi motivo d’orgoglio poter fare la nostra parte per sviluppare sinergie tra culture diverse attraverso la socializzazione e l’integrazione – spiega Luca Prisco di Matera Convention Bureau – per offrire ai ragazzi, portatori di diritti umani fondamentali rimasti inappagati nel paese d’origine, garanzie di riconoscimento d’inclusione in una comunità italiana in cui vivere in maniera dignitosa e serena».

News dal Network

Promo