Epifania: Cia Basilicata, ’15mila a pranzo in agriturismo’

59 Visite

«Nella calza della Befana i lucani troveranno il meglio del made in Basilicata alimentare il cui valore economico nel 2023 ha raggiunto i 19 milioni di euro, con un più 19,2% rispetto all’anno precedente. Sono i prodotti alimentari (13 a marchio di qualità) che segnano l’incremento maggiore (più 32,5%)». A riferirlo è la Cia Agricoltori Basilicata che ha tratto i dati dal XXI Rapporto Ismea – Qualivita, l’indagine annuale che analizza i valori economici e produttivi della qualità delle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane Dop, Igp, Stg.

Per Cia-Agricoltori «in uno scenario macroeconomico condizionato dalla crisi energetica e climatica – ha sottolineato la sigla agricola – la Dop economy italiana mostra ancora una volta un quadro positivo contrassegnato da valori record. Fra i prodotti più gettonati, formaggi e salumi sottovuoto, miele, vino, olio, frutta e verdura di stagione. Dal punto di vista della spesa, gli agriturismi, che attendono per il tradizionale pranzo della Befana almeno 15mila ospiti, creano un indotto; infatti ogni 100 euro spesi in servizi agrituristici, altri 40 euro sono investiti dagli ospiti in esperienze di fruizione offerte dal territorio, dall’enogastronomia, alle attrazioni artistiche e culturali, allo sport e all’avventura».

News dal Network

Promo