Acqua: AL, il 2023 anno di svolta e nel 2024 il bonus idrico

67 Visite

«Abbassare sensibilmente il costo delle bollette agli utenti residenti in Basilicata con Isee fino a 30 mila euro (il bonus idrico fortemente voluto dal presidente della Regione)», è uno degli obiettivi di Acquedotto Lucano per il 2024, da raggiungere imprimendo una “forte accelerazione al processo di decarbonizzazione”, grazie all’accordo fra Regione e compagnie petrolifere.

Lo ha detto l’amministratore unico dell’azienda, Alfonso Andreatta, spiegando che «si tratta di installazione di campi fotovoltaici, di sostituzione di pompe per il sollevamento che avevano consumi elevati dovuti alla vetustà delle attrezzature utilizzate».

Ridurre i consumi energetici e utilizzare fonti rinnovabili non significa solo evitare la produzione di anidride carbonica,, ma si traduce anche in un risparmio economico” che porterà al “bonus idrico”.

Andreatta ha sottolineato che nel 2023 Acquedotto Lucano ha compiuto, «grazie al supporto della Regione, un vero e proprio miracolo.
Siamo usciti da una situazione di potenziale crisi aziendale trasformandola in un’opportunità»
. Il piano di risanamento e rilancio approvato dall’assemblea dei soci «è un vero e proprio piano industriale basato su due perni fondamentali: la transizione ecologica e la transizione digitale». Infine, Andretta ha ricordato che «gli investimenti sulle perdite idriche corrispondono a circa un quarto del totale dei progetti finanziati che consentiranno non solo di ottimizzare la gestione della lunga rete di condutture, ma anche di migliorare sensibilmente le performance di impianti di sollevamento, di depurazione e di potabilizzazione».

News dal Network

Promo