Nucleare, da Matera arriva un altro ‘no’ al deposito unico

67 Visite

IComuni lucani e pugliesi inseriti nell’elenco dei possibili siti del deposito unico nazionale delle scorie radioattive ribadiranno la loro contrarietà al progetto attraverso “un documento politico di visione, che contenga le linee guida dello sviluppo per un territorio bello e fragile come quello della Basilicata e della vicina Puglia murgiana”.
    E’ la linea scelta oggi, a Matera, durante un consiglio comunale aperto a cui hanno partecipato i sindaci della città dei Sassi, Domenico Bennardi, e di Altamura, Montescaglioso, Irsina, Laterza, Ginosa, Miglionico e i vicesindaci di Montalbano Jonico e Pisticci.

Il documento sarà presentato al Ministero dell’ambiente, “con il sostegno dei presidenti delle due Regioni”.

Alla riunione hanno partecipato anche docenti universitari lucani e pugliesi ad esperti, che hanno presentato le loro critiche alle procedure seguite per individuare la lista dei possibili siti per il deposito nucleare, definito da Bennardi “un’opera necessaria al Paese” ma da realizzare “in altre zone, soprattutto ascoltando la voce di chi si sta candidando ad ospitarlo”.
“Molto discutibile”, infine, è stato definito “il criterio della bassa densità demografica”, che ha portato all’indicazione di zone della Sardegna, della Basilicata e della Puglia. (ansa)

News dal Network

Promo