L’Orchestra Sinfonica di Matera e il Premio Paganini 2023 Simon Zhu ad Altamura e Matera per Il Concerto di Fine Anno

43 Visite

 Si apre con i due appuntamenti della Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera (Fosm) il calendario dei concerti in Italia e in Europa di Simon Zhu, vincitore della 57^ edizione del Concorso Internazionale di Violino “Premio Paganini”.

Il 22enne violinista tedesco che ha conquistato la giuria del concorso violinistico più famoso al mondo, che dal 1953 ha luogo a Genova, città natale del violinista Niccolò Paganini, si esibirà venerdì 29 dicembre ad Altamura e sabato 30 dicembre a Matera accompagnato dall’Orchestra Sinfonica di Matera.

Il grande organico dell’Orchestra sarà diretto dal Maestro Pablo Varela, docente di direzione d’orchestra presso il Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera.

Musiche di Niccolò Paganini e Pëtr Il’i? ?ajkovskij nel programma di sala, per il Concerto di fine anno che si terrà il 29 dicembre al Teatro Mercadante di Altamura e sabato 30 all’Auditorium Raffaele Gervasio a Matera. Per entrambi i concerti: ingresso ore 20, inizio ore 20:30.

«La stagione sinfonica 2023 della Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera si chiude con un concerto d’eccezione: la nostra Orchestra accompagnerà il violino solista Premio Paganini Simon Zhu che si esibirà per la prima volta in Basilicata – afferma la presidente della Fosm Gianna Racamato – anche per l’ultimo appuntamento, per il Concerto di fine anno, abbiamo fermamente mantenuto l’idea che ci supporta da sempre: andare incontro al pubblico e offrire concerti di grande qualità con ingressi estremamente contenuti: un biglietto di 10 euro e, riservato agli studenti, un biglietto ridotto di soli 5 euro».

«Ad aprire il Concerto di fine anno – spiega il direttore artistico della Fosm, il Maestro Saverio Vizziello – sarà Simon Zhu che eseguirà il Concerto n.1 per violino e orchestra in mib maggiore di Niccolò Paganini. Lo stesso brano che Zhu ha eseguito a ottobre al 57° concorso Premio Paganini e che lo ha portato alla vittoria e ad aggiudicarsi anche il Premio Speciale offerto dalla Fondazione “Pallavicino” per la migliore esecuzione del Concerto per violino e orchestra di Niccolò Paganini. Una composizione in cui la parte di violino solista emerge più chiaramente e brillantemente dall’accompagnamento orchestrale e che metterà in luce tecnica ed espressività del solista. L’orchestra diretta dal Maestro Varela sarà protagonista assoluta della seconda parte del programma, eseguendo la Suite sinfonica op.71a dal balletto Lo schiaccianoci di Pëtr Il’i? ?ajkovskij. Una composizione per grande orchestra con le famosissime Danses caractéristiques, coronata dall’altrettanto famosa pagina da concerto del Valzer dei fiori, un programma che siamo certi conquisterà il pubblico».

Chi ha già conquistato il violinista Simon Zhu è Matera. Nella Capitale Europea della Cultura 2019 già da alcuni giorni per le prove con l’Orchestra Sinfonica di Matera, il giovane violinista tedesco ha colto l’occasione per visitare la città e i suoi antichi rioni in tufo e con lo sfondo dei Sassi di Matera ha voluto una foto ricordo.

News dal Network

Promo