Galella incontra i dirigenti Ipasr e Safe Unibas

62 Visite

Questa mattina presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Basilicata si è tenuto un incontro tra l’Assessore alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Alessandro Galella, il Dirigente Scolastico Rocco Garramone dell’IPASR “G. Fortunato” di Potenza (con sedi coordinate a Potenza, a Lagopesole e a Sant’Arcangelo) e il professor Carlo Di Renzo, Direttore del SAFE Unibas di Potenza, per prospettare un’azione a tutela della istruzione agraria in vista del prossimo dimensionamento. L’Assessore “constatata l’importanza di questo ambito formativo per lo sviluppo del settore agroalimentare e vista la costante crescita dell’intero comparto, considera fondamentale la formazione di tutte le figure professionali”.

Per questo a seguito dell’incontro di oggi ha deciso di farsi promotore di una proposta “che miri alla salvaguardia dell’Istituto per l’Agricoltura ‘G. Fortunato’ e dei Corsi di laurea in Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali dell’Unibas. La proposta che ne emerge, valutati i fattori meramente legati all’offerta formativa ed alle prospettive di sviluppo vorrebbero che, anziché smembrare una Istituzione scolastica di 70 anni, disegni un POLO AGRARIO che, lasciando invariate le sedi della scuola IPASR (Potenza, Lagopesole e Sant’Arcangelo), si completi con l’accorpamento del tecnico Agrario di Villa d’Agri, oggi parte dell’Omnicomprensivo che, in una posizione mediana tra la città capoluogo e la sede di Sant’Arcangelo, ovvierebbe anche ai problemi di logistica, sia per i docenti che per il personale ATA. La costituzione del Polo Agrario assolverebbe a creare, secondo la logica dei numeri previsti dal Decreto 127/2023, una istituzione che a medio e lungo termine non soffrirebbe dei successivi eventuali dimensionamenti. Ciò non di meno, nell’ottica di una Istituzione scolastica che completi la sua offerta formativa nel settore agroalimentare, l’accorpamento con l’Istituto Alberghiero “Di Pasca” di Potenza, in risposta alla vocazione agrituristica e della ricettività della Regione Basilicata, completerebbe il quadro di un polo formativo che possa diventare il pilastro su cui dare importanti prospettive di lavoro ai giovani lucani, oltre che creare le migliori condizioni per la facoltà di Agraria, considerata tra le migliori in Italia”.

Scheda informativa su IPASR “G. Fortunato” Potenza:

IPASR “G Fortunato” Potenza: (502 alunni) con sedi a Potenza (165 alunni) Lagopesole (65 alunni) Sant’Arcangelo (175 alunni) + Serale = 502 alunni.

Aziende agrarie annesse all’Istituto: 1) 3 ha a Lagopesole, indirizzo vitivinicolo cerealicolo, frutticolo e tartufaia, con Laboratori di trasformazione agrolimentare, marmellate, sottoli, sottaceti, biscotti (Barretta La cosetta …che va di fretta), caseificazione, molitura e formatura pasta fresca etc.

2) Potenza, 1 ha: coltivazione di piante officinali, con conseguente estrazione oli essenziali; costruzione di una serra per colture idroponiche (Fondi PNRR Labs);

3) Sant’Arcangelo: azienda di 20 ha, serra idroponica realizzata con fondi PNRR; laboratorio di microvinificazione e di trasformazioni agroalimentari.

Istituto tecnico agrario Villa d’Agri, 170 alunni.

Istituto Agrario Genzano (già sede dell’IPASR G. Fortunato di Potenza), 68 alunni.

Istituto Agrario Lagonegro (già sede dell’IPASR G. Fortunato di Potenza), 63 alunni.

News dal Network

Promo