Cur, Fanelli: “41 nuovi tecnici della prevenzione”

61 Visite

«Si è completato il Concorso Unico Regionale per tecnico della prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro che ha visto la Asp Basilicata come capofila». Lo rende noto il vicepresidente e assessore regionale alla Salute e Politiche della Persona, Francesco Fanelli. La commissione che si è insediata lo scorso 31 agosto, ha visto completare tutte le procedure il 15 dicembre. 427 le domande pervenute, 126 coloro che hanno effettuato la prova scritta e 51 quelli che l’hanno superata, mentre 42 coloro i quali hanno superato la prova pratica che ha rappresentato un aspetto innovativo rispetto al passando avendo, i candidati utilizzato per la prima volta la tecnologia digitale e quindi è stato consentito l’utilizzo dei Tablet per l’espletamento di questa fase che ha previsto domande a risposta multipla e la categorizzazione sequenziale delle attività da mettere in essere nell’espletamento dei compiti. L’ultimo step è stata la prova orale a cui si sono presentati in 41, tutti risultati idonei ed inseriti in graduatoria utile.

«Verranno ora collocati a lavoro
– ha spiegato l’assessore – in base ai singoli Piani del Fabbisogno Aziendale, presso le strutture dell’Azienda Sanitaria Locale di Potenza, dell’Azienda Sanitaria Locale di Matera e dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo. Il profilo professionale del Tecnico della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, per il quale non si bandivano concorsi da oltre un decennio, rientra tra le Professione Sanitarie ed ha ruolo di responsabilità in tutte le attività di prevenzione, verifica e controllo in materia d’igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene di sanità pubblica e veterinaria».

News dal Network

Promo