Potenza: controlli sul territorio, sequestrata droga e prodotti alimentari privi di tracciabilità

90 Visite

A  seguito del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, è stata effettuata mercoledì 4 ottobre, a Potenza, un’operazione congiunta – tra la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza e la Polizia Locale – di prevenzione dei fenomeni criminosi. Nello specifico, con controlli ad alcune attività commerciali e nei principali luoghi di aggregazione giovanile della città di Potenza allo scopo di assicurare una maggiore percezione di sicurezza tra i cittadini e di verificare il rispetto delle normative di settore da parte degli esercenti.

Durante gli accertamenti, presso un’attività commerciale sita in via Mazzini, i militari del Nas dei Carabinieri hanno sequestrato prodotti alimentari per mancanza di elementi di tracciabilità e rintracciabilità, rilevato carenze igienico-sanitarie e strutturali e la mancata applicazione delle procedure  Haccp. Presso lo stesso esercizio, inoltre, la Polizia Locale ha rilevato la mancata esposizione dei prezzi di vendita delle merci, nonché, l’assenza della comunicazione all’Agenzia delle Dogane, necessaria per la vendita di bevande superalcoliche.

Al termine della verifica, personale della Questura di Potenza e del Reparto Prevenzione Crimine Basilicata ha raggiunto viale Firenze nelle vicinanze di alcune attività commerciali, dove ha notato un giovane che, alla vista degli operatori, ha tentato di allontanarsi repentinamente e di liberarsi di un involucro, lanciandolo nella direzione opposta. Il personale della Polizia di Stato è riuscito a fermare il giovane, che è stato trovato in possesso di un bilancino di precisione tipicamente utilizzato per la vendita di sostanze stupefacenti. E’ stato recuperato l’involucro: al suo interno è stato trovato un panetto di circa 49 g di sostanza stupefacente. La droga e il bilancino di precisione sono stati sequestrati e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, il giovane è stato accompagnato presso il proprio domicilio e posto agli arresti domiciliari.

News dal Network

Promo